"Giovanni, non vado dal barbiere neanche io". L'affetto social per Mattarella

Ultimo aggiornamento il 28 marzo 2020 alle 14:19

“Giovanni, non vado dal barbiere neanche io”. L’affetto social per Mattarella

Il Quirinale, per errore, aveva pubblicato il discorso del Presidente della Repubblica senza tagli. E il lieto fine è servito

Che non fossero tempi normali si era capito. Ecco perché il fuori onda sfuggito alla comunicazione del Quirinale in cui il capo dello Stato, Sergio Mattarella, ferma il suo solenne discorso per schiarirsi la voce e, a chi gli fa notare il ciuffo ribelle, risponde “Giovanni, non vado dal barbiere neanche io”, passerà alla storia come una delle parentesi più dolci e umane di questo difficile periodo. Senza nulla togliere all’importanza del messaggio ufficiale, quella battuta si è subito guadagnata un’ondata di affetto sui social network, con il perdono unanime di un errore forse madornale in altri tempi.

Leggi anche: Mattarella: “L’Europa intervenga prima che sia troppo tardi”

“Non vado dal barbiere neanche io”: il fuori onda migliore

Su Twitter gli hashtag #Mattarella e #Presidente sono andati subito in tendenza sia per rimarcare l’importanza del messaggio alla Nazione e all’Europa pronunciato da Mattarella, sia perché l’intelligenza collettiva di tutti si è subito messa all’opera per dare libera creatività. Come ovvio, il profilo Twitter del Quirinale si è subito scusato per l’errore, rivolgendosi alla stampa e ai telespettatori.

Si fa davvero fatica a selezionare tutto il ben di Dio di materiale che sta germogliando in queste ore su Facebook, Twitter e altri social network per acclamare quel “Giovanni, non vado dal barbiere neanche io”. Post di affetto, GIF, parallelismi storici tra il Bonaparte e il nostro Bonotutto.

‪Tutte così. ?‬‪#lebimbedisergiomattarella ‬

Gepostet von Le Bimbe di Sergio Mattarella am Freitag, 27. März 2020

 

I’m #Mattarella and I know it

Gepostet von Le Bimbe di Sergio Mattarella am Freitag, 27. März 2020

Chi è Giovanni?

Si tratta di Giovanni Grasso, consigliere del Quirinale che, come in tutte le occasioni, assiste il capo dello Stato nell’esercizio delle sue funzioni. E, come se non bastasse, il video integrale senza tagli ha mostrato anche un secondo fuori onda il cui il Presidente si ferma perché, un’altra volta colpa sua, fa fatica a leggere il discorso sul gobbo. «Dobbiamo ricominciare, mi dispiace. Mai successo», dice sconsolato Mattarella. Il collettivo comico the JackaL ci ha regalato la versione più spassosa di questa seconda svista comunicativa.

CIRO GOBBO – Presidente Mattarella

Ci scusi Presidente. Come sempre è colpa nostra.

Gepostet von the JackaL am Freitag, 27. März 2020

 

 

Leggi anche: Coronavirus | Amazon dona 3,5 milioni a Protezione Civile e no profit

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter