Il primo film nello spazio: Tom Cruise lo girerà con la NASA. Musk gongola

Ultimo aggiornamento il 6 maggio 2020 alle 14:56

Il primo film nello spazio: Tom Cruise lo girerà con la NASA. E Musk gongola

L'idea annunciata in un tweet dell'amministratore dell'agenzia USA. Ce la farà il divo a conquistare l'Oscar?

Per ora non sappiamo molto della trama: sarà più vicina ai cinepanettoni o alla saga di Mission Impossible? La NASA ha intanto comunicato con un tweet ufficiale di essere al lavoro con l’attore Tom Cruise per farlo recitare su un set particolare, la Stazione Spaziale Internazionale. In periodi di crisi e recessione globale, è lecito pensare che alla base riflessione dell’agenzia spaziale USA ci sia anche una strategia per cercare nuove linee di business, dal momento che perfino il settore aerospaziale è stato colpito dall’emergenza pandemia. In questa trama si è inserito – poteva mancare? – Elon Musk, il fondatore di SpaceX, che per Tom Cruise e l’intera umanità ha in programma un futuro interplanetario.

Leggi anche: Marte non l’avete mai visto così: la foto nella risoluzione più alta di sempre

Tom Cruise: set in orbita

In questa storia, oltre al tweet dell’amministratore della NASA Jim Bridenstine, ancora nulla è ufficiale. Dalle indiscrezioni della stampa più informata sembrerebbe però che Elon Musk sia disposto a far accomodare Tom Cruise a bordo di uno dei suoi razzi per spedirlo sulla Stazione Spaziale Internazionale, dove SpaceX da anni sbarca per rifornimenti di materiali. In più l’idea di girare un film nello spazio si incastrerebbe con i piani dell’imprenditore sudafricano che, entro il 2021, vorrebbe già lanciare qualche super ricco tra le stelle.

Leggi anche: Elon Musk vuole spedire un milione di persone su Marte

La scelta di Tom Cruise per girare la prima pellicola nello spazio non è stata casuale. L’attore hollywoodiano non ha mai scansato le difficoltà del mestiere, rinunciando anche agli stuntman per godersi le scene più pericolose. La nuova sfida sulla Stazione Spaziale Internazionale, dunque, potrebbe essere una ghiotta occasione per impressionare la giuria che assegna gli Oscar. Anche perché finora l’attore ha collezionato soltanto 3 candidature, senza mai vincere una statuetta.

Leggi anche: Il sogno spaziale di Elon Musk è già un videogioco

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter