Il Cybertruck di Elon Musk testato nel tunnel dell'Hyperloop
single.php

Ultimo aggiornamento il 29 maggio 2020 alle 13:56

Il Cybertruck di Elon Musk testato nel tunnel dell’Hyperloop

A Los Angeles è andata in scena un'altra operazione marketing dell'imprenditore

A questo punto rischiamo di vederlo circolare prima su Marte che lungo le strade. Il prototipo di Cybertruck, una delle ultime creature di Tesla, è stato testato lungo un tunnel costruito da The Boring Company, una delle aziende di Elon Musk. Perché, si sa, quando si parla dell’imprenditore visionario sudafricano è raro si facciano cose normali. Seduto al posto del passeggero, l’uomo che ha rivoluzionato la mobilità elettrica si è fatto guidare da Jay Leno, conduttore del noto programma Jay Leno’s Garage in onda sul canale CNBC. Qualche chilometro in strada e poi i due si sono diretti alla bocca di uno dei tunnel che The Boring Company ha realizzato nel sottosuolo di Los Angeles. Per chi non lo sapesse, tra SpaceX, Tesla e altri impegni, Elon Musk sta lavorando anche al progetto di Hyperloop, un treno pensato per collegare il continente americano a una velocità mai vista prima.

Leggi anche: SpaceX e Elon Musk: 10 cose da sapere prima del decollo della Crew Dragon

Cybertruck: un’operazione di marketing

Come ha spiegato il sito The Verge, l’idea di Elon Musk di indicare la strada del tunnel dove testare Cybertruck è un’altra delle tante per fare marketing mettendo in mostra le proprie aziende. Pochi mesi fa durante la presentazione al pubblico di questo bizzarro veicolo elettrico andò in scena un siparietto che, molti dicono, sta alla base del successo di questo mezzo, di cui non si è mai smesso di parlare in ambito tech. Per testarne l’indistruttibilità infatti Musk volle che Franz von Holzhausen, capo del design di Tesla, scagliasse contro il Cybertruck una palla di metallo. Peccato che il vetro andò in mille pezzi. Gaffe clamorosa? Oppure modo per farsi pubblicità a costo zero?

Leggi anche: Tesla nel mondo Lego. 10mila fan (e un influencer) vogliono il Cybertruck

In queste ore si parla molto di Elon Musk anche perché domani, sabato 30 giugno, è in calendario il lancio della Crew Dragon, la navicella spaziale fabbricata da SpaceX che porterà due astronauti della NASA sulla Stazione Spaziale Internazionale. Si tratta di un evento storico non soltanto perché sono dieci anni che l’agenzia federale USA manca dallo spazio, ma soprattutto perché è la prima volta che la NASA si affida a un’azienda privata per lanciare persone in orbita. Oltre all’evidente traguardo per l’azienda, non poteva mancare un pò di marketing qua e là: ad esempio mercoledì, prima che il lift off venisse rinviato causa maltempo, i due astronauti si sono diretti verso la rampa di lancio su una Tesla Model X.

Leggi anche: La casa bunker ispirata alla Tesla del vetro rotto. Ci salverà dagli zombie?

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter