Facebook lancia Manage Activity, la funzionalità per eliminare i vecchi post imbarazzanti | The Next Tech

Ultimo aggiornamento il 5 giugno 2020 alle 9:21

Facebook lancia Manage Activity, la funzionalità per eliminare i vecchi post imbarazzanti

Disponibile prima sulla versione mobile, la novità consente di ripulire la propria bacheca virtuale, cancellando in maniera definitiva o conservando solo per se stessi post, immagini e clip imbarazzanti, superate e penalizzati

Finalmente è arrivata, anzi pardon, arriverà su scala globale entro le prossime settimane e sarà accolta con enorme gratitudine da tutti coloro che non vedevano l’ora di ripulire la propria bacheca Facebook. A sedici anni dal lancio della piattaforma, anche chi si è iscritto cinque-sei anni più tardi conta ormai su un lunghissimo elenco di messaggi condivisi e un buon numero di post che non vorrebbe più vedere (e ancor più far vedere gli altri), azione invocata a lungo dagli iscritti, ora soddisfatti dalla piattaforma con il lancio di Manage Activity.

Cos’è e cosa offre

Si tratta di una funzionalità per gestire le attività, nello specifico per archiviare o eliminare i post datati, quelli per per ricercarli rubano tanto tempo poiché obbligano a scandagliare a ritroso i messaggi pubblicati nel corso del tempo. Scatti imbarazzanti, clip pericolose, momenti da dimenticare, gli ex da cui voler restare lontano, o ancora più semplicemente parole e foto che vi rappresentavano all’epoca ma che ora sono superati, senza dimenticare la volontà di cancellare granelli digitali ritenuti brutti o penalizzati. Insomma i motivi per risanare l’immagine online sono tanti e la novità permette di andare a dama anche con un solo colpo, evitando la lunga e noiosa ricerca manuale, così come la necessità di affidarsi a software come Social Book Post manager, che tra l’altro costringe a una doppia eliminazione, prima i post e poi i rimandi sparsi tra commenti e i tag degli amici, oppure Timehop che nasce per celebrare i grandi momenti del passato e, per questo, consente di ripescare vecchi messaggi finiti nel dimenticatoio.

Come funziona

Disponibile per iOS e Android, dapprima nella versione mobile e in seguito anche su Facebook.com, la nuova opzione, traducibile come Gestione delle attività, agevola il compito con l’invio all’inferno di tutti i post, cioè cestinandoli con un singolo tocco, oppure spedirli in purgatorio, cioè archiviandoli per renderli invisibili agli altri ma disponibili per se stessi (può essere utile magari per le immagini con i compagni del liceo o della squadra sportiva, oppure la recita alle scuole elementari che si vuole conservare e sfoggiare in rare occasioni). Per facilitare la ricerca, poi, ci sono filtri per nome e data che accorciano ancora di più i tempi. I post scartati finiscono nel cestino, dove restano per trenta giorni, utili se si vuole tornare indietro, dopo i quali usciranno per sempre dal vostro account (a meno che qualcuno non abbia fatto e conservato uno screenshot, ipotesi plausibile per personaggi popolari e particolarmente attivi su Facebook).

Un aiuto per chi cerca lavoro con i social

Se da Menlo Park si specifica che Manage Activity è una risorsa per “curare la presenza sul social e rispecchiare l’immagine odierna degli iscritti”, la funzionalità è una manna dal cielo per chi punta sui social per trovare un’occupazione. Fino a qualche anno fa la bacheca Facebook veniva osservata dalle aziende per assicurarsi che il candidato non avesse brutte sorprese da nascondere, da tempo ormai è invece diventato il primo mezzo preso in esame dai recruiter, che per farsi un’idea di chi si trovano di fronte lo preferiscono pure a LinkedIn.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter