Urban Flow, quando dirigere il traffico è come essere maestri d'orchestra

Ultimo aggiornamento il 30 giugno 2020 alle 6:08

Urban Flow, quando dirigere il traffico è come essere maestri d’orchestra

Gestire gli ingorghi può essere una sinfonia: siete più tipi da Pastorale o da Una notte sul monte Calvo? Lo scoprirete giocando su Nintendo Switch

Un vecchissimo spot di Cynar (in anni più recenti rimandato in onda con gli Elii) vedeva un signore che sorseggiava bellamente il liquore a base di carciofo nel mezzo del traffico di una grande città. “Contro il logorio della vita moderna”, recitava lo slogan pronunciato da una voce stentorea fuoricampo. Non c’è nulla di più vero, perché il traffico sfibra chiunque, soprattutto in periodi come questi in cui siamo disincentivati a usare i mezzi pubblici. Chi nell’ultimo week end ha fatto un salto in Liguria, poi, avrà passato più tempo in autostrada che al mare. Eppure, gestire con maestria le strade trafficate non è molto diverso dal condurre un’orchestra che prova a eseguire una sinfonia perfetta. Questa, almeno, la tesi dei ragazzi di Baltoro Games, che hanno sviluppato per Nintendo Switch il simpatico Urban Flow.

Le rotatorie dovrebbero contribuire a fare ordine. Ma non è mai così

Leggi anche: Good Job! Quanto è divertente il lavoro del tuttofare. Almeno su Switch

Avevate mai pensato a quanto sia articolato il sistema urbano alla base delle nostre città? Come tutto debba essere studiato alla perfezione per evitare incidenti tra automobili che arrivano da direzioni opposte, bici che percorrono ciclabili, autobus e taxi sulle corsie preferenziali, tram che sferragliano lungo i binari e pedoni in attesa di attraversare l’incrocio?

Ecco cosa vi aspetta in Urban Flow. Quando una GIF val più di mille parole

Probabilmente no. Nemmeno noi ci eravamo mai soffermati sul tema e, se non fosse stato per Urban Flow, magari non ci avremmo mai riflettuto. Gestire il traffico non è affatto facile. È un po’ come lavorare all’interno di un’orchestra che strimpella: se ciascuno va per sé il risultato non è una melodia ma una cacofonia, accentuata dai “crash” dei tamponamenti.

Quando tutto fila come dovrebbe si potrà pure essere nel pieno di un’area industriale tanto inquinata quanto trafficata che parrà di ascoltare la Pastorale di Beethoven. Quando il traffico impazzisce e le macchine iniziano a cozzare una contro l’altra come bilie impazzite, invece, avrete la sensazione di sentire riecheggiare nelle vostre orecchie Una notte sul Monte Calvo di Musorgskij.

Urban Flow prevede anche una simpatica modalità a 4 giocatori

Leggi anche: Moving Out, anche un trasloco può essere divertente (almeno su console)

L’intuizione che dirigere il traffico sia un po’ come essere maestri d’orchestra è dei ragazzi di Baltoro Games che hanno sviluppato un piccolo ma simpaticissimo e coloratissimo puzzle game per Nintendo Switch. Lo scopo del gioco è presto detto: evitare incidenti agendo tempestivamente sui semafori. Facile a dirsi, ben altro paio di maniche raggiungerlo, perché negli oltre 100 livelli i quadri si complicheranno: si passerà da dover tenere d’occhio un singolo incrocio e si finirà col dover regolamentare interi quartieri.

 

 

Come se tutto ciò non bastasse, poi, di tanto in tanto sfrecceranno mezzi speciali (ambulanze, pompieri, auto della polizia) che, forti delle loro sirene spiegate, vorranno guadagnare la precedenza indipendentemente dal colore del semaforo. Toccherà a voi agire tempestivamente per bloccare le vetture che potrebbero travolgerli.

Le cose iniziano a complicarsi

Non siamo certo di fronte a un titolo originale: Urban Flow si va a collocare in quella nicchia di puzzle game che negli anni ci hanno visto gestire scali aeroportuali, reti ferroviarie, persino i tapis roulant dei bagagli, ma il videogioco fresco di pubblicazione su Nintendo Switch rappresenta comunque una divertente variante sul tema. Apprezzabile, poi, la possibilità di affrontarlo in compagnia di altri tre amici che potranno collaborare o aggiungere altro caos incontrollato alle vostre città in miniatura.

Leggi anche: Night Call, il giallo dell’estate da legg… giocare sotto l’ombrellone

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter