250.000 euro per gli uffici virtuali di Coderblock | The Next Tech
single.php

Ultimo aggiornamento il 11 agosto 2020 alle 7:00

250.000 euro per gli uffici virtuali di Coderblock

La startup siciliana, che offre soluzioni 3D per aziende che lavorano da remoto, punta ora a sviluppare l'applicazione mobile, incrementare i clienti e internazionalizzare le operazioni. Grazie al successo della campagna su Mamacrowd

L’Italia è una repubblica fondata sullo… smart working. Ok si esagera: ma quello che solo sei mesi fa sembrava impossibile è diventato realtà, in virtù dell’emergenza sanitaria che ha chiuso gli uffici e costretto le aziende e le sedi istituzionali a forzare l’evoluzione dell’ambiente di lavoro dei propri dipendenti. La novità sostanziale, tuttavia, è che il lavoro agile potrebbe confermare il forte incremento registrato dallo scorso marzo in poi, poiché tante piccole e grandi imprese vogliono continuare a cavalcare i vantaggi di una gestione più leggera e meno legata alla tradizione.

La rapida crescita di Coderblock 

In questo varco che si sta gradualmente ampliando sempre di più si è inserita Coderblock, startup siciliana dedita allo sviluppo di uffici virtuali tridimensionali, con tanto di avatar, scrivanie e funzioni ad hoc tra consulenze, riunioni e incremento dell’organico: permette di connettere più dipendenti, monitorandone in tempo reale la rispettiva produttività, con clienti e consulenti esterni, oltre a semplificare l’organizzazione di eventi, fiere e convegni digitali in 3D. Un assett vincente che poggia le basi sulla tecnologia sviluppata da Novatek Srl (la software house dietro il progetto) approdato sul mercato poco prima della comparsa del coronavirus e che in breve tempo ha richiamato più di 4.500 utenti (nel mese di giugno sono stati stipulati contatti per 70.000 euro, equivalenti all’80% del valore della produzione previsto per l’anno in corso) ma che per salire di livello ha bisogno di risorse: economiche prima di tutto. Per questo il team palermitano ha lanciato una campagna di crowdfunding che ha fatto il pieno di investitori su MamaCrowd raccogliendo 250mila euro.

Tre obiettivi per il futuro

Il denaro sarà utile per centrare gli obiettivi futuri stilati sulla tabella di marcia di Coderblock, che passa dallo sviluppo dell’applicazione mobile, dall’incremento dei clienti e dalle basi da gettare per una prossima internazionalizzazione delle operazioni. Che attirano anche per le modalità con cui è impostato l’ufficio ideato dalla giovane società fondata da Danilo Costa, dotato di strumenti che aiutano a focalizzare gli obiettivi e ottimizzare il lavoro di squadra in un unico ambiente, in modo da evitare connessioni fuori orario o straordinari per impressionare il capo. “Qualche anno fa non sarebbe stato semplice spiegare come dalla Sicilia fossimo già in grado di collaborare da remoto con realtà aziendali italiane ed estere, aiutandole nel loro percorso di innovazione e trasformazione digitale” spiega la mente dietro Coderblock, che poi evidenzia la versatilità del prodotto: “Siamo felici di aver messo a disposizione i nostri ambienti virtuali già in diversi contesti, dagli uffici agli eventi. Grazie alla raccolta appena conclusa, siamo oggi pronti a portare la startup al prossimo step: creare ambienti virtuali evoluti, condivisi e polifunzionali”.

La soluzione giusta al momento giusto

“Grazie alla sua tecnologia proprietaria estremamente potente e versatile, Coderblock ha saputo posizionarsi al momento giusto nei segmenti più significativi delle collaborazioni digitali in remoto: dal marketplace digitale per il job recruitment agli strumenti integrati di project management, dall’ufficio virtuale personalizzabile alle conferenze online in video streaming, fino a creare dei veri e propri eventi multimediali in un ambiente immersivo tridimensionale” puntualizza Jacopo Paoletti, partner e advisor della startup nata a Palermo quattro anni fa.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter