Paramedici in volo come Iron Man: il primo test in UK
single.php

Ultimo aggiornamento il 1 ottobre 2020 alle 9:55

Paramedici in volo come Iron Man: il primo test in UK

Con la tecnologia di Gravity Industries, meno di due minuti per raggiungere un ferito in altura

Forse è presto per utilizzarlo in città, ma si è subito rivelato potenzialmente decisivo negli interventi d’emergenza per raggiungere feriti in luoghi remoti e poco accessibili. L’azienda Gravity Industries ha appena concluso con successo i test di Jet Suit, uno zaino tech dotato di due motori da posizionare sulle braccia, che permette a un paramedico di sollevarsi da terra. Il video del test è stato pubblicato poche ore fa su YouTube (lo trovate qui sotto). A Lake District, regione montuosa a nord ovest dell’Inghilterra e sede di un parco naturale visitato da 15 milioni di persone ogni anno, è stato sperimentato un intervento che ha restituito dati eloquenti. Raggiungere un ferito (simulato) in altura avrebbe comportato l’unico spostamento a piedi dell’equipe medica, con uno spreco di tempo di quasi mezz’ora; grazie allo zaino da Iron Man il paramedico ci ha impiegato appena 90 secondi.

Iron Man in arrivo

Il test non è stato il frutto di un capriccio dell’azienda per celebrare l’icona Marvel. Il lavoro sul Jet Suit è stato condotto in collaborazione con il Great North Air Ambulance Service (GNAAS) e ha dunque coinvolto soggetti che si confrontano quotidianamente con la gestione di emergenze in luoghi spesso poco accessibili con le ambulanze. «Pensiamo che questa tecnologia possa permettere al nostro team di raggiungere alcuni pazienti più velocemente che mai – ha dichiarato Andy Mawson, direttore operativo dello GNAAS – In molti casi allevierebbe la sofferenza. In altri casi potrebbe salvare vite».

Leggi anche: Los Angeles: a 300 metri d’altezza, con lo zaino volante. Due aerei lo “sfiorano”

 

Come prevedibile, lo strumento non è utilizzabile da qualsiasi persona, ma occorrono training e formazione specifici per saper governare questo zaino tech. Infine c’è il capitolo prezzo. Oltre ai motori da indossare sulle braccia, bisogna vestire anche un ingombrante zaino: la tecnologia costa in tutto 340mila sterline, ovvero quasi 375mila euro.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter