Crown Trick, su Nintendo la lotta al male è nel mondo dei "sogni"
single.php

Ultimo aggiornamento il 27 ottobre 2020 alle 12:00

Crown Trick, su Nintendo la lotta al male è nel mondo dei “sogni”

Elle deve addormentarsi e riaddormentarsi. Solo così uscirà dall'incubo

Tocca rivedere l’espressione “dormire sugli allori”. Il mondo dei sogni è un pozzo narrativo senza fondo e film come Inception ci insegnano quanto la fatica onirica possa essere decisiva per una veglia tranquilla e serena. Crown Trick è l’ultimo videogioco pubblicato da Team17 – gli stessi che hanno regalato al mondo il gioiello Going Under – e sviluppato dalla software house cinese Next Studios. La sua trama è presto servita: una ragazza, Elle, si ritrova in un ambiente spettrale e, dopo aver incontrato una corona molto grillo parlante, capirà che per sfuggire a questa tenebrosa situazione dovrà addormentarsi e riaddormentarsi per entrare in ambienti infestati da mostri. Un bel menu in vista di un Halloween da passare al sicuro a casa. Questa è la recensione di StartupItalia.

Leggi anche: Going Under, la startup salvata da una stagista. Eroina della Silicon Valley

Crown Trick: effetto loop garantito

Il videogioco è un roguelike dalla grafica cartoon estremamente curata: dalle armi ai mostri ogni dettaglio è stato studiato per colpire il gamer con un prodotto originale. Lo stesso modo di camminare della protagonista, quasi danzante sulle punte, con le armi che la seguono come animali addomesticati regala una leggerezza straordinaria allo scorrere delle immagini. Elle ha a disposizione armi e magie per colpire i nemici a distanza: Crown Trick ci permette di esplorare la mappa dei dungeon che vengono ricreati ogni volta diversi per non annoiare mai. Oltre ai mostri vanno raccolte le monete e altri tesori.

Leggi anche: The Survivalists: diventare CEO delle scimmie per sopravvivere

Gameplay e grafica sono ben oltre la sufficienza e a potenziare l’effetto loop che ci porta a ripetere il turno morte dopo morte è proprio la facilità con cui Elle ci lascerà le penne. Costringendo il gamer a ricominciare da capo. Gli sviluppatori hanno impostato Crown Trick proprio in questa maniera, per ingolosire e (anche) innervosire.

Leggi anche: Helheim Hassle: rompicapo vichinghi da risolvere con “stupidera”

Come abbiamo accennato Crown Trick non è centrato sulla trama, ma è vero anche che nei brevi dialoghi e lungo il titolo sono presenti momenti per conoscere e approfondire il mondo costruito dagli sviluppatori di Next Studios. Non ci si è accontentati creare un titolo che divertisse: l’obiettivo secondario è anche non deludere chi si diverte da matti a esplorare nuovi ambienti, conoscendone storie e dettagli per arricchire il proprio bagaglio videoludico.

Leggi anche: Devious Dungeon Collection: liberate le catacombe in un’abbuffata medievale

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche