L'Agenzia ICE e IIDEA portano l'Italia del gaming in Canada
single.php

Ultimo aggiornamento il 12 novembre 2020 alle 11:56

L’Agenzia ICE e IIDEA portano l’Italia del gaming in Canada

Le startup dei videogiochi andranno a Montréal, la quinta città più importante al mondo per l’industria del gaming dopo Tokyo, Londra, San Francisco e Austin

Sono 15 gli studi di sviluppo italiani che parteciperanno sotto il brand “Games in Italy” alla prima edizione digitale di MEGAMIGS, da oltre 15 anni la principale manifestazione dedicata al settore dei videogiochi in Canada e che quest’anno si terrà in formato digitale il 12 e 13 novembre 2020. La delegazione, organizzata dall’Agenzia ICE in collaborazione con IIDEA, l’Associazione di categoria dell’industria dei videogiochi in Italia, approda virtualmente in Nord America per promuovere alcune tra le migliori produzioni videoludiche italiane in cerca di finanziatori, publisher e partner.

Leggi anche: PMI, le più esposte alla crisi del Covid. Una su due non ha liquidità

Thalita Malagò, Direttore Generale IIDEA

Le 15 aziende che faranno parte della collettiva Games in Italy e parteciperanno a MEGAMIGS 2020 sono 34BigThings, AnotheReality, Digital Lighthouse, Grugnostudios Animation, Ignition Publishing, Italian Games Factory, Jobel Art for Theatre, Just Funny Games, Mash&Co, Netminds, Open Lab, Red Koi Box, Studio Evil, Untold Games e Xplored.

Leggi anche: Sviluppare videogiochi in Italia ai tempi del Covid

Al fine di preparare al meglio gli studi di sviluppo ai business meeting che si terranno durante l’evento, lo scorso 30 ottobre si è tenuto sul canale Discord di IIDEA il webinar “Everything you wanted to know about MIGS 2020 & more” organizzato dall’Agenzia ICE in partnership con Montréal International, in collaborazione con IIDEA e con il supporto di Investment Québec e La Guilde. Il podcast dell’incontro è disponibile per tutti sul canale Anchor di IIDEA, al seguente indirizzo.

Nell'ultimo periodo, IIDEA ha portato spesso il mondo della politica in visita alle software house italiane per illustrarne le potenzialità

Leggi anche: SIOS20 | La call per startup è aperta! Aspettiamo le vostre candidature

In programma per giovedì 12 novembre alle ore 16.40 un panel dal titolo “Italian Gaming Industry Today”, durante il quale verrà fornita agli operatori canadesi e nordamericani una panoramica a 360 gradi sull’odierna industria italiana dei videogiochi. Numeri, sfide, opportunità e previsioni per il futuro per l’industria italiana, nonché alcuni esempi di prodotti made in Italy, saranno i punti al centro dell’intervento di Mauro Fanelli, Vicepresidente e Rappresentante Developer di IIDEA, anticipato da un’introduzione del Direttore Matteo Picariello, Italian Trade Commissioner to Canada.

Il mercato dei videogiochi in numeri

Nel 2019 il mercato dei videogiochi in Italia ha registrato una crescita complessiva del +1,7% rispetto al 2018, generando un giro d’affari pari a 1 miliardo e 787 milioni di euro. Il settore continua a essere trainato dalle vendite di hardware e software, che realizzano rispettivamente un fatturato di 358 milioni di euro e 1,4 miliardi di euro. Il mercato dell’hardware risulta in normale calo fisiologico in vista dell’imminente arrivo delle console di nuova generazione. Il mercato del software, invece, registra complessivamente un trend positivo. In particolare, il software digitale, comprensivo di digital download su console e PC e di app, è il segmento che continua a registrare la più forte espansione, con una crescita media del +13,5% rispetto al 2018 e un fatturato che raggiunge 1 miliardo e 127 milioni, confermando così il trend di sviluppo positivo degli ultimi anni. Il segmento degli accessori rimane stabile (-0,1% rispetto al 2018), con un fatturato totale di 101 milioni di euro.

In Canada la regione del Québec si è distinta, a partire dagli anni ‘80, nel campo della creatività e dell’innovazione. Nel 2016 le imprese che operavano nel settore del videogioco erano 230, mentre il numero degli addetti è cresciuto esponenzialmente a partire dal 2002 fino a raggiungere le 11.000 unità nel 2017. Montréal è la quinta città più importante al mondo per l’industria del gaming dopo Tokyo, Londra, San Francisco e Austin.

Leggi anche: First Playable Fund: nel dl Rilancio 4 milioni per chi sviluppa videogiochi

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche