Control Ultimate Edition, una X-Men all'FBI | The Next Tech
single.php

Ultimo aggiornamento il 14 novembre 2020 alle 16:52

Control Ultimate Edition, una X-Men all’FBI

L'agente scelto Jesse Faden del Federal Bureau of Control torna in azione con l'edizione definitiva della sua avventura

Benché abbia appena 28 anni, Jesse Faden non è una ragazza come tutte le altre. Dopo aver subito in tenera età un evento paranormale ha iniziato a sviluppare poteri sovraumani. Riesce a scagliare oggetti a distanza con la sola forza del pensiero e se si infuria… be’, meglio non essere presenti quando scatena la sua forza. Da quell’evento gliene sono capitate di tutti i colori, suo fratello è stato rapito dal Federal Bureau of Control, una sorta di FBI parallelo che studia X-Files a tempo pieno (il sogno di Fox Mulder…). Arrivata al loro quartier generale, l’Oldest House, Jesse scopre che l’FBC è sotto il controllo di una forza oscura, il Sibilo, che ha preso possesso dell’edificio e di buona parte dei suoi agenti. Starà a lei, basandosi solo sui suoi poteri psichici e sulla particolare “Arma di Servizio” ereditata dal precedente direttore dell’FBC, Zachariah Trench, che l’avrebbe usata apparentemente per suicidarsi, disinnescare la minaccia sovrannaturale. Ha così inizio Control Ultimate Edition.

 

Leggi anche: Le invasioni barbariche di Assassin’s Creed Valhalla

Cosa troviamo in Control Ultimate Edition

Control Ultimate Edition è la versione definitiva (ovvero con incluse tutte le espansioni uscite finora: “Le Fondamenta” ed “EMA”) di quel Control apparso un annetto fa su PC, X-Box One e PlayStation 4, mentre rappresenta la prima volta su console Nintendo Switch, dove potrà essere giocato tramite l’inedita configurazione cloud: ovvero si giocherà da remoto, in streaming, su di un PC dotato di scheda video RTX. Particolare non di poco conto dato che consente di godere di prestazioni sicuramente superiori rispetto a quelle offerte dalla console nipponica.

Sviluppato dalla finlandese Remedy Entertainment, nota per altri titoli molto apprezzati dalle tinte fosche e paranormali come Max Payne e Alan Wake, Control Ultimate Edition è uno sparatutto in terza persona molto intelligente in cui, oltre a sparare a ogni cosa si muova, occorre anche ambientarsi nel gigantesco edificio della FBC. A mano a mano che progrediremo, infatti, aumenteremo i nostri poteri psichici e aree del palazzo prima bloccate diverranno accessibili. Bisognerà perciò tenere a mente quali, tra le zone visitate, includevano parti inaccessibili perché, come un vero e proprio Metroidvania, Control Ultimate Edition ci chiederà spesso di ritornare sui nostri passi.

L’aspetto più riuscito della produzione finlandese riguarda appunto la gestione dei poteri sovraumani della protagonista. Una vera X-Men capace di scagliare lontano i propri nemici solo schioccando le dita, di scaraventare loro addosso qualunque elemento dello scenario o di circondarsi di oggetti che vorticheranno attorno a sé per usarli a mo’ di scudo nelle sparatorie. Questo, lo capirete bene, trasforma un normale e forse banale sparatutto in terza persona in un prodotto molto più intrigante, capace di inebriare il giocatore e di sollevarlo dalla massa di titoli afferenti a quella categoria. La difficoltà comunque è settata in modo da non permettere alle vostre abilità di soverchiare l’esercito dell’FBC manovrato dal Sibilo. Troverete insomma pane per i vostri denti. Setacciando l’edificio sarà possibile sbloccare side quest che permetteranno, se portate a termine, di potenziare l’Arma di Servizio.

Al netto di alcune sbavature sul fronte tecnico, legate per lo più a una compenetrazione poligonale non sempre ottimale, Control Ultimate Edition è tra i prodotti più originali dell’ultima stagione, forte di un gameplay divertente e di un canovaccio piuttosto intrigante. Anche la struttura del labirintico quartier generale del Federal Bureau of Control può dirsi riuscita: non è complessa come quelle di un vero Metroidvania ma i punti in cui tornare sui propri passi non mancano mai. E per fortuna è possibile sbloccare una lunga serie di viaggi rapidi per evitare ogni volta di macinare inutilmente chilometri. In più ci sono le due espansioni in grado di allungare la longevità di circa dieci ore (The Foundation potrà essere giocata solo alla conclusione dell’avventura principale). Insomma, se ancora non avevate acquistato Control, cosa state aspettando?

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche