Toolboy, la vendetta del robot operaio contro i capi vessatori
single.php

Ultimo aggiornamento il 21 novembre 2020 alle 6:53

Toolboy, la vendetta del robot operaio contro i capi vessatori

Incastrati in una fabbrica, a risolvere enigmi. Occhio alle presse però

In certi giochi si muore un sacco. Toolboy ci riporta proprio a quelli dove ogni minimo errore può generare frustrazione nel gamer. Ma è anche questo che ci ha incollato al videogioco sviluppato da Majestic Twelve per Nintendo Switch, dove abbiamo vissuto un’avventura diversa, ricca di modalità di gioco e con un grafica più che discreta. Dai tempi di Wall•E sappiamo quanto i robot suscitino tenerezza per i compiti ripetitivi e solitari a loro affidati. In Toolboy veniamo subito lanciati in un’operazione per riparare un guasto in un’azienda accogliente come Mordor. Macchinari enormi che si spostano in tutte le direzioni, presse in serie senza alcun sistema di sicurezza e un’aria pestilenziale ben oltre i limiti consentiti dalla legge. Nel viaggio, però, scopriremo i piani malefici del consiglio d’amministrazione. Ecco che da lavoratori ci trasformeremo in eroi.

Leggi anche: Foregone, la Mulan del futuro deve salvare il mondo

Toolboy: incastrati come in Tempi moderni

Il robot di Toolboy è il protagonista di questo platform a scorrimento orizzontale in cui dovremo superare un sacco di ostacoli ed enigmi. In certe situazioni sarà tutta questione di tempismo nell’evitare di essere schiacciati o uccisi da altri robot; in altre il videogioco si arricchisce con enigmi e puzzle che dovremo risolvere per procedere nel viaggio. Si tratta di riattivare la corrente, o di sistemare qualche ingranaggio.

Leggi anche: Unrailed!: corre la locomotiva. E tocca a voi farle strada

La storia resta comunque in secondo piano dal momento che Toolboy richiede molta concentrazione per studiare i pochi movimenti che il nostro robot può fare per evitare la morte. Pur avendo uno zaino propulsore, utile al doppio salto, le armi decisive per conquistare terreno sono soprattutto l’astuzia e la velocità: grazie a un telecomando potremo, ad esempio, invertire i movimenti di alcuni ingranaggi, rallentandoli e ottenendo così quel secondo in più per non essere schiacciati.

Leggi anche: Cook, Serve, Delicious!3?! Su PS4 lo street food da fine del mondo

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche