Lego aiuta i bimbi meno fortunati con l'iniziativa di Natale #BuildToGive
single.php

Ultimo aggiornamento il 23 Novembre 2020 alle 19:06

Lego aiuta i bimbi meno fortunati con l’iniziativa di Natale #BuildToGive

Anche StartupItalia aderisce con entusiasmo alla campagna natalizia dei mattoncini danesi

Questo sarà un Natale davvero strano e difficile un po’ per tutti. Ma mentre i più fortunati si interrogano se ci saranno lasciapassare tra Regioni per ricongiungersi con i propri cari o se un Dpcm renderà possibili i cenoni, i meno fortunati lo trascorreranno in ospedale o in condizioni economiche ancora più restrittive rispetto al periodo pre-pandemico. Sono gli strascichi del Coronavirus, che ha allargato le differenze tra ricchi e poveri, colpendo soprattutto questi ultimi. Per questo ora la parola d’ordine deve essere beneficenza, così da permettere a tutti di avere un pizzico di serenità, almeno nelle feste. E, sempre per questo, la nostra testata ha aderito con convinzione ed entusiasmo alla campagna Lego #BuildToGive.

Leggi anche: Lego, il programma gratuito per creare un videogioco da zero. Con i mattoncini

La nostra decorazione: un albero di Natale - robot. Un po' di tradizione con un pizzico di innovazione

#BuildToGive, costruiamo la solidarietà

Arrivata al terzo anno e parte della campagna Rebuild the World, l’iniziativa di Lego Group incoraggia le famiglie a mettersi in gioco. La sfida lanciata a tutti noi è semplice: costruire una decorazione natalizia con i mattoncini, scattarle una foto e postarla dal proprio account Instagram. Per ogni decorazione natalizia condivisa sui social media con l’hashtag #BuildToGive, Lego Group donerà un set di mattoncini a chi ne ha bisogno, regalando così a un milione di bambini negli ospedali, nelle loro case o nelle comunità di tutto il mondo la possibilità di giocare in questo periodo festivo.

Leggi anche: Lego NES e Lego Super Mario, così costruisci il tuo videogioco

Leggi anche: Lego NES e Lego Super Mario, così costruisci il tuo videogioco

“#BuildtoGive è un’iniziativa molto importante per noi e questa è la terza edizione in Italia”, ci ha detto Paolo Lazzarin, General Manager Lego Italia. “Vogliamo – ha spiegato a StartupItalia – donare un sorriso a tutti i bambini, in particolar modo a coloro che vivono un momento di difficoltà. Per rendere l’iniziativa ancora più coinvolgente in questo 2020 così complicato, abbiamo pensato di dare vita a una Social Media Challenge: una sfida alla solidarietà che ha, come premio, la felicità di un bambino! Abbiamo infatti chiesto a tutti, dai nostri dipendenti ai fan, dalle famiglie ai calciatori, dai giornalisti ai nostri ambassador, di creare una decorazione natalizia con i mattoncini e condividerla su Instagram con l’hashtag #BuildtoGive e il tag @legoitaly_official, invitando, a loro volta, i propri follower a fare lo stesso”.

Qui in Italia, LEGO Group collabora con Fondazione ABIO Italia Onlus per il bambino in ospedale per portare l’esperienza del gioco ai bambini che ne hanno bisogno. Avrete tutto il mese di novembre per aderire. E, lo ripetiamo, sarà sufficiente creare la propria decorazione e condividerla su Instagram taggando il profilo @legoitaly_official e utilizzando l’hashtag #BuildtoGive. Cercate in casa: avrete certamente dei Lego e se così non fosse potrebbe essere venuto il momento di acquistarne un po’… in fondo è per una buona causa.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche