Tracks - Edizione Scatola dei Giocattoli, il plastico del treno non si spolvera
single.php

Ultimo aggiornamento il 24 Novembre 2020 alle 6:00

Tracks – Edizione Scatola Dei Giocattoli, volete un trenino ma l’idea di spolverare un plastico vi abbatte?

Tempo di regali di Natale. Per il Black Friday regalatevi un viaggio su un treno giocattolo. Vi passa a prendere la startup britannica Whoop Group

Ho sempre adorato i trenini. Anzi, più che i treni in sé, ho sempre adorato i plastici (o i presepi, quelli fatti bene, che altro non sono che plastici, in fondo). Potrei passare ore osservando i dettagli di montagne, boschi e villaggi perfettamente ricostruiti con costanza e pazienza dall’amatore di turno e sono convinto che realizzare un plastico richieda una buona dose di talento. Rimpiango invece di non avere mai avuto un trenino vero e proprio, a parte la classica pista ellittica che a un certo punto, tra i 3 e i 5 anni, regalano a chiunque. Un po’ per mancanza di spazio, sicuramente per assenza di pazienza e di quella vocazione all’artigianato e alla manualità cui facevo accenno. Per fortuna, una giovanissima startup britannica è venuta in mio soccorso regalandomi Tracks – Edizione Scatola Dei Giocattoli, che è probabilmente tra i più dettagliati “simulatori di plastici” esistenti, ammesso ne esistano altri.

 

 

Nella “scatola” di Tracks – Edizione Scatola Dei Giocattoli

Sviluppato da Whoop Group, ovvero da Tom Malinowski, e prodotto da Excalibur GamesTracks – Edizione Scatola Dei Giocattoli (titolo originario: Tracks – Toybox Edition) è un videogame interamente britannico, disponibile per Nintendo Switch e X-Box One, anche se affonda le proprie radici in Tracks uscito su PC qualche annetto fa e continuamente supportato da un buon numero di contenuti aggiuntivi visto il calore con cui è stato accolto dal pubblico.

Leggi anche: Bus Driver Simulator, siete manager in corriera?

Al prezzo di 30 euro vi porterete a casa tutto l’occorrente per fare un plastico. Anzi, molto di più. Perché sappiamo che i plastici sono un po’ come una droga: si inizia con quattro binari in croce e si finisce ad accendere una linea di credito in balsa, colla, muschio sintetico e pennelli dal proprio negoziante di fiducia. Invece con Tracks – Edizione Scatola Dei Giocattoli non dovrete spendere una fortuna in pupazzetti, casette, vagoncini e scambi perché naturalmente saranno illimitati. Del resto, non è un gestionale tipo RollerCoaster Tycoon 3, dove dopo aver fatto un percorso si gestisce managerialmente il parco. Qui tutto il divertimento sta nel costruire il proprio plastico. È un sandbox, insomma.

E l’editor è a dir poco ricco. Benché realizzato in grafica minimal, aspetto che consente di mantenere buone le prestazioni anche dopo che avrete arricchito di particolari il vostro plastico virtuale, potrete scegliere tra una vasta gamma di pezzi d’arredo, dai palazzi alle fontane, passando per elementi meramente decorativi come i dehors dei bar, le siepi, staccionate, i lampioni, vari tipi di albero e di mezzi da mettere in strada. Rispetto a titoli come Super Mario Maker, che – almeno nel primo – sbloccavano “pezzi” a cadenza quotidiana, così da allungare la longevità, in Tracks – Edizione Scatola Dei Giocattoli avrete tutto e subito.

Leggi anche: RollerCoaster Tycoon 3 Complete Edition, tutti sulle montagne russe

Non è sempre agevolissimo, almeno su Switch e soprattutto in modalità portatile, piazzare con la dovuta precisione i pezzi del plastico, occorre farci il callo. Sarebbe stato meglio ripiegare per un uso intenso del touch screen perché si avverte la mancanza del mouse (in origine era stato pensato per il PC…). A volte capita che un elemento finisca sospeso per aria o finisca inghiottito da un altro e per recuperarlo dobbiate spostare tutto.

Effetti collaterali classici di un editor estremamente ricco che vi consentirà di giocare un po’ con tutti i parametri, definendo persino il colore della luce, quello della vostra locomotiva o del vostro scenario. In questo modo, vista l’assenza di texture per il paesaggio, potrete agevolmente ambientare il vostro plastico nel deserto o nella neve intervenendo semplicemente sulla palette cromatica. Quando infine sarete soddisfatti del risultato potrete entrare nel trenino e condurlo lungo il percorso creato, intervenendo sulla velocità per evitare deragliamenti e verificare che tutto scorra liscio, non ci siano ostacoli e interruzioni sul tragitto. Volendo potrete creare anche salti, rampe e interruzioni di vario tipo solo per vedere come si comporterà il treno, che comunque potrà correre anche fuori dalle rotaie e si presta quindi a un buon numero di esperimenti deliranti.

Leggi anche: Jurassic World Evolution, mai sognato di gestire un parco di dinosauri?

Insomma, Tracks – Edizione Scatola Dei Giocattoli è davvero il videogame perfetto per tutti coloro che amano plastici e trenini, e riesce nella duplice sfida di porsi tanto come prodotto relativamente immediato e adatto a chi vuole giocare subito senza perdersi in mille schermate dell’editor quanto in qualità di sandbox zeppo di opzioni per i veri amatori del genere. Nonostante la grafica cartoon e i colori pastello, anzi, siamo sicuri che piacerà più a questi ultimi che ai neofiti. Un ottimo regalo di Natale per gli adulti amanti dei giochi retrò che potranno giocarlo assieme ai loro pargoli che preferiscono invece i videogiochi.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche