Pasqua e Pasquetta in lockdown, cosa giocare in famiglia (a casa)
single.php

Ultimo aggiornamento il 3 Aprile 2021 alle 8:03

Pasqua e Pasquetta in lockdown, cosa giocare in famiglia (a casa)

Sei proposte multiplayer per distrarsi: Il Gioco della Vita 2, Afterpulse, Gallic Wars: Battle Simulator e Raiders Of The Lost Island per Nintendo Switch, Moving Out: Movers in Paradise provato su PS4 e Tennis World Tour 2 per Xbox Series X/S

Un’altra Pasqua in lockdown, con i propri cari. Che ci piaccia o no (il detto diceva “…Pasqua con chi vuoi…”). Se le attuali restrizioni non consentono pranzi e grigliate di Pasquetta, veniamo in vostro soccorso per suggerirvi un paio di idee di videogiochi ad alto tasso di divertimento collettivo così da potersi vagare almeno un poco in famiglia. Per accontentare i gusti di tutti abbiamo scelto titoli molto diversi tra loro: per Nintendo Switch Il Gioco della Vita 2, trasposizione videoludica del gioco da tavolo, Raiders Of The Lost Island, una sorta di caccia al tesoro cooperativo e competitivo (mentre chi preferisce giocare online potrà ripiegare su Afterpulse) e Gallic Wars: Battle Simulator da provare in single player, su PlayStation 4 abbiamo provato l’aggiornamento che trasforma Moving Out in Movers in Paradise, mentre su Xbox Series X/S Tennis World Tour 2 è il titolo per far esprimere tutto il Sinner che è in voi. Buona Pasqua!

Leggi anche: Train Station Simulator, per Pasqua pigliate il treno (virtuale)

Il Gioco della Vita 2

Fino a un massimo di quattro giocatori per partita, Il Gioco della Vita 2 è perfetto per chi ha voglia di divertirsi in compagnia, sperimentando su console a uno dei giochi da tavolo più interessanti ed educativi in circolazione. A differenza di Monopoly, dove tutto ruota attorno al denaro (e al mandare in bancarotta gli avversari), qui la strada verso il successo è fatta sì di gratificazioni economiche, ma anche di traguardi accademici e di conquiste personali altrettanto importanti. Sviluppato da Marmalade Game Studio, la grafica è piacevole e molto colorata. In più ogni giocatore ha la possibilità di personalizzare il proprio personaggio. Potrebbe creare dipendenza in famiglia: dunque occhio a non far bruciare le costine…

Leggi anche: Castaway Paradise, su Switch la sfida all’isola di Animal Crossing

Tennis World Tour 2

Se invece amate lo sport e vi manca un sacco giocare a tennis, ebbene Tennis World Tour 2 è lì ad aspettarvi anche sulla next gen. Lo abbiamo testato su Xbox Series S (qui potete comunque leggere la recensione che gli avevamo dedicato per PS4).

Tennis World Tour 2

Partiamo col dirvi che il seguito di Tennis World Tour ha fatto un notevole passo in avanti nel comporto tecnico, proponendo un gameplay decisamente più fluido e realista, dando quella piacevole sensazione di apprendere il top spin colpo dopo colpo, senza il rischio di sfogarsi sulla racchetta quando la palla non entra (ma siate magnanimi anche col joypad: non è colpa sua). Esibizioni in singolo e doppio sono lì ad aspettarvi mentre la carne si abbronza sulla griglia. Sfiderete quel parente che se la tira tanto sul campo per non fargli neanche vedere la pallina?

Leggi anche: AO Tennis 2, l’Australian Open si vive su console e PC

Moving Out: Movers in Paradise

Tra i titoli multiplayer più riusciti dell’ultimo periodo spicca senza dubbio Moving Out. Lo avevamo recensito promuovendolo a pieni voti: fare traslochi non è mai stato tanto divertente (e catastrofico). Movers in Paradise mantiene inalterato il gameplay originale che chiedeva di affidarsi al lavoro di squadra (il multiplayer dunque è fondamentale per divertirsi davvero) e aggiunge una ventina di livelli a sfondo tropicale che si allontanano dal tema dei traslochi, mantenendo intatto il divertimento. L’espansione continuerà infatti a chiedervi di spostare oggetti da una parte all’altra dello scenario, collaborando con gli amici nella risoluzione di piccoli ma ingegnosi enigmi. Il risultato è, ancora una volta, uno dei giochi più divertenti da giocare assieme alla propria famiglia.

 

Raiders Of The Lost Island

Restando sempre in ambito tropicaleggiante, segnaliamo il divertente Raiders Of The Lost Island, sviluppato dai ragazzi di Last Tales. Nel gioco, voi e i vostri famigliari vi ritroverete su un’isoletta zeppa di trappole di tutti i tipi (massi che precipitano, baratri interminabili, maree improvvise, torrenti lavici…) con il preciso intento di raggranellare quanti più tesori possibile.
La visuale isometrica e l’impossibilità di saltare ci hanno ricordato parecchio lo splendido Captain Toad: Treasure Tracker. Purtroppo, non condivide col titolo Nintendo l’accuratezza nel level design, ma ne costituisce idealmente la costola multiplayer, riuscendo a divertire per parecchie ore, anche per via del fatto che le meccaniche di gioco invitano a tessere e disfare rapidamente alleanze tra giocatori, ora amici, ora nemici. L’ideale per il riposo postprandiale.
Pasqua Raiders Of The Lost Island

Afterpulse

Nel caso in cui il parentado non abbia troppa voglia di giocare, ingolfato da lasagne, tortellini e uova di Pasqua o non se la cavi troppo bene con il pad in mano, potrete sempre ripiegare sul gioco online e reperire i vostri sfidanti nel Web. È appena uscito su Switch uno dei migliori sparatutto multiplayer mobile pensati proprio per le sfide che corrono attraverso la fibra o i vecchi cavi di rame del telefono: Afterpulse.
Afterpulse

L’originale uscì sei anni fa su smartphone ed era free-to-play, anche se di fatto per vincere occorreva puntare tutto sulle microtransazioni. Per l’arrivo su Switch, Digital Legends ha invertito la formula e racchiuso in un solo pacchetto (il Fast Pass) le varie features un tempo disponibili separatamente, tra cui oltre 1200 tipologie differenti di armi ed equipaggiamenti da sfoderare in 8 mappe uniche (per tutti gli stili di gioco: combattimento corpo a corpo, tiratore scelto, pistola, assalto, soldati veloci e lenti) in match a squadre cross play (quindi ci si può collegare sfruttando piattaforme differenti) fino a 8 giocatori. Purtroppo ogni tanto i server fanno ancora le bizze, ma il divertimento è assicurato e a quel prezzo difficile trovare offerte migliori. La realizzazione tecnica, poi, stupisce ancora oggi. Non sappiamo dirvi se a Pasqua troverete giocatori collegati, ma nel caso farete ottime partite.

Leggi anche: Asterix & Obelix XXL: Romastered. A caccia di romani, come nel 2004

Gallic Wars: Battle Simulator

Non contempla opzioni multiplayer ma merita di essere provato, anche solo per i pochi euro che costa, Gallic Wars: Battle Simulator dei ragazzi di MadGamesmith, vera e propria trasposizione videoludica, spirituale, dei fumetti di Asterix e Obelix. Si tratta di un colorato strategico in tempo reale nel quale dovrete capitanare i Galli e portarli alla conquista di Roma, in una bizzarra rilettura dei fatti storici che li vedrà, almeno su Switch, sconfiggere l’Impero.

Gallic Wars: Battle Simulator

Rispetto agli strategici tradizionali, Gallic Wars: Battle Simulator punta tutto sull’immediatezza: si selezionano le truppe, le si piazza sul terreno di gioco, quindi si traccia il percorso che dovranno seguire, provando a sfruttare gli elementi dello scenario a proprio vantaggio.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche