Mamma mi ha nascosto il gioco! 2, l'eterna lotta continua su Nintendo
single.php

Ultimo aggiornamento il 3 Maggio 2021 alle 18:50

Mamma mi ha nascosto il gioco! 2, l’eterna lotta continua su Nintendo

Non c'è pace per questi piccoli gamer

Le mamme cercano sempre di educare al meglio i figli. E a volte proibire i videogiochi per studiare o fare attività all’aperto può essere una sacrosanta soluzione. Detto questo, chi non si è mai trovato a vivere, da sbarbato, l’ingiustizia di un severo genitore che nega una partita in console per mettere la testa sui compiti? Vi avevamo già parlato di Mamma mi ha nascosto il gioco!, un videogioco dall’idea brillante e con livelli in cui un gamer in erba deve ritrovare l’amata Nintendo DS che mamma ha nascosto in casa per fargli un dispetto. Se giustizia è stata fatta e siete arrivati all’ultima sfida nel primo episodio del titolo, allora preparatevi al seguito. Mamma mi ha nascosto il gioco! 2 è il secondo capitolo che la software house hap Inc ha realizzato fotocopiando il gameplay. Nei fatti è più un DLC che un nuovo episodio della saga. Lo abbiamo testato su Nintendo Switch.

Leggi anche: Mamma mi ha nascosto il gioco!: l’eterna lotta madre-gaming su PS4

Mamma mi ha nascosto il gioco! 2: meglio su portatile

Dobbiamo ammettere che Mamma mi ha nascosto il gioco! 2 sulla console ibrida di Nintendo garantisce maggiore comodità all’esperienza di gioco. Una console da salotto come PS4 poco si presta infatti a sessioni mordi e fuggi, quando anche pochi minuti di gioco possono essere goduti in una veloce pausa. Come nel primo episodio, anche in questo il nostro obiettivo è ritrovare la console dei desideri nascosta sotto o dentro gli armadi, tra le pieghe del divano e nei luoghi più improbabili. Ve lo anticipiamo: mamma ha affilato le unghie.

Leggi anche: Embracelet, dalla Norvegia la versione nordica (e malinconica) di Miyazaki

Come sempre ad aiutarci ci saranno vari oggetti come scale o scope, da afferrare e utilizzare nelle varie schermate di gioco. La regola aurea è sempre la stessa: non dobbiamo farci scoprire da mamma mentre cerchiamo l’oggetto dei desideri. Se a volte basta non cliccare sull’anta sotto cui sono in bella mostra i suoi piedini, in altre circostanze la sfida si fa decisamente più tosta.

Leggi anche: Home Sheep Home, c’è chi conta le pecore e chi… le fa saltare in aria?

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche