P40 lite, l'anticipo dell'ammiraglia | The Next Tech
single.php

Ultimo aggiornamento il 13 marzo 2020 alle 11:53

P40 lite, l’anticipo dell’ammiraglia

Il nuovo fascia media di Huawei è stato lanciato due settimane prima del fratello maggiore. 4 fotocamere e maxi-batteria sugli scudi

Il rilascio di nuovi device mobile non conosce pause: e se mancano le occasioni pubbliche per presentarli alla stampa e agli addetti ai lavori, questo non significa che non si possa procedere ugualmente al lancio. Questa volta tocca al P40 lite, presentato in queste ore da Huawei, destinato a rimpiazzare il suo predecessore nella fascia di prezzo media (quella sotto i 300 euro) con la riproposizione di alcuni dei suoi cavalli di battaglia: ovvero fotocamera di buon livello, ottima autonomia e un ampio schermo.

La scheda tecnica del P40 lite

Sotto il cofano c’è un processore di buon livello, il Kirin 810 sviluppato dalla stessa Huawei, abbinato a 6GB di RAM e 128GB di storage: una dotazione di livello per la fascia di prezzo di appartenenza, appunto, che unita ad Android 10 (con EMUI 10.0.1) dovrebbe garantire buona reattività. Da ricordare che questo P40 Lite monta i Huawei Mobile Service, quindi fa affidamento sul marketplace AppGallery di Huawei per installare le app. Molto bene anche la batteria da 4.200mAh: autonomia di ottimo livello pare scontata visti questi numeri, e la buona notizia è che questo P40 lite sfrutta il sistema di ricarica rapida SuperCharge da 40W.

Interessante, comunque, soprattutto il comparto fotografico: 48 megapixel il sensore principale con lente f/1,8 molto luminosa, abbinata a un sensore da 8 megapixel per la ultra-grandagolare (f/2,4) e altre due fotocamere sul posteriore da 2 megapixel per l’effetto bokeh (lo sfocato) e il macro. Bene anche la fotocamera anteriore da 16 megapixel con lente f/2.

L’unica nota stonata è la specifica 2.0 della porta USB, che per lo meno è di tipo C. Bene invece Bluetooth 5.1, WiFi a 2,4 e 5GHz e LTE Cat.13 su entrambe le SIM.

Schermo grande, pulsanti laterali

Prosegue su questo P40 lite una tendenza che Huawei sta riproponendo ormai con costanza su diversi modelli: il lettore di impronte digitali è integrato nel pulsante di accensione, il sistema forse più comodo come alternativa soprattutto a quello sotto lo schermo che è mediamente meno veloce e preciso. Nonostante la maxi-batteria, poi, il P40 lite contiene lo spessore in 8,7mm: non è un brutto numero, soprattutto considerando che il peso si assesta su 183g. Una rarità: sul P40 lite i fan del jack audio troveranno un porto sicuro, visto che è ancora presente su questo dispositivo.

Lo schermo da 6,4 pollici è senza dubbio il pezzo forte del terminale: da valutarne la qualità, ma i precedenti sono buoni in questo senso, l’LCD ha una risoluzione FHD+ (2310×1080) e un design che Huawei chiama Punch FullView. In parole povere ha solo un piccolo foro per ospitare la fotocamera frontale, ampliando così la sensazione di immersività dei contenuti sull’ampia diagonale.

Quanto costa, quando arriva

Prezzo consigliato di 299 euro, ma è facile pronosticare che entro poche settimane troveremo offerte interessanti, il P40 lite sarà in vendita a partire da oggi 13 marzo: chi acquista il terminale entro il 26 marzo (o lo prenota e finalizza l’acquisto entro il 12 aprile) riceverà in omaggio un paio di FreeBuds 3 – auricolari wireless di ottima qualità della stessa Huawei, che hanno un prezzo di listino di 179 euro – previa registrazione sul sito delle promozioni di Huawei.

 

Tre le colorazioni disponibili: Midnight Black, Crush Green e Sakura Pink.

 

Il P40 lite arriva in anticipo di un paio di settimane rispetto al lancio del P40: per quest’ultimo sono previste addirittura 3 versioni, un po’ come nel caso dell’S20 di Samsung, che punteranno forte come di consueto sulla fotocamera per tentare di riprendersi lo scettro di miglior smartphone per chi è appassionato di scatti in mobilità.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter