I videogiocatori italiani donano oltre 30mila euro alla Croce Rossa

Ultimo aggiornamento il 17 aprile 2020 alle 16:23

I videogiocatori italiani donano oltre 30mila euro alla Croce Rossa

La campagna realizzata da vari publisher e aziende del settore della gaming industry ha totalizzato la cifra di 33.649,61 euro

Bethesda Softworks, CD Projeckt Red, Koch Media, Logitech, Milestone, MSI, One O One Games, Razer e altre community di videogiocatori italiani hanno raccolto più di 30mila euro in favore della Croce Rossa Italiana con la loro campagna che ha chiamato i videogiocatori italiani a compiere un gesto di solidarietà importante in un momento davvero difficile.

Leggi anche: Lucca Comics, iniziative casalinghe e di solidarietà contro il Coronavirus

Annunciata il 24 marzo scorso ed estesa poi fino al 13 aprile, la campagna realizzata da vari publisher e aziende che operano nel comparto della gaming industry e supportata da numerosi media del settore e dai videogiocatori italiani ha totalizzato la cifra di 33.649,61 euro.

Leggi anche: Coronavirus, De Luca diventa un videogioco. Lanciafiamme sui neolaureati

Secondo i piani originari, l’iniziativa sarebbe dovuta terminare lo scorso 3 aprile ma poi è stata protratta con l’allungamento del lock down deciso dal Governo. Lo scorso primo aprile la comunità dei videogiocatori italiani era riuscita a mettere nel salvadanaio già oltre 20mila euro, l’allungamento del periodo utile per le donazioni ha permesso uno sprint considerevole che dimostra che il mondo dei videogiochi è presente e in prima linea quando si tratta di essere solidali.

Leggi anche: Coronavirus, l’aiuto del mondo dei videogiochi a Croce Rossa Italiana

A questo link è possibile vedere le singole donazioni che sono state effettuate da ogni community che ha supportato l’iniziativa a sua volta. “Nel ringraziare tutti coloro che hanno donato vi ricordiamo che potete continuare a supportare la Croce Rossa Italiana anche direttamente tramite il loro sito ufficiale: https://www.cri.it/sostienilacrocerossa”, hanno dichiarato gli organizzatori.

Leggi anche: Dai videogame 20mila euro a Croce Rossa Italiana (e non è finita)

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter