Game Gear Micro, quando il retrogaming diventa pop e pacchiano

Ultimo aggiornamento il 3 giugno 2020 alle 14:27

Game Gear Micro, quando il retrogaming diventa pop e pacchiano

Oggi SEGA "spegne" 60 candeline. Ma il regalo per i gamers non ha fatto tutti contenti...

A leggere i commenti sui social, in molti hanno inarcato il sopracciglio quando hanno visto il Game Gear Micro, una console grande quando una saponetta lanciata da SEGA in occasione del sessantesimo anniversario dalla fondazione della casa di sviluppo giapponese (nata il 3 giugno del 1960). Era davvero necessario proporre una piattaforma di gaming così piccola e poco funzionale per quanto riguarda l’esperienza di gioco e la capacità ridotta dei titoli? Come ha spiegato il sito The Verge, il Game Gear Micro è il tentativo di rilancio del Game Gear che SEGA produsse per fare concorrenza (invano) al Game Boy di Nintendo. Anche questa volta, il successo non sembra proprio a portata di mano.

Leggi anche: Al Bano: la felicità è l’uomo che sconfigge i dinosauri. Ora in un videogioco

La nostalgia non basta

Mentre tutto il mondo dei giocatori e degli streamers discute sulla PlayStation 5 e sulla nuova generazione di videogiochi, SEGA ha messo la retromarcia, tentando una nuova impervia strada in cerca della nostalgia. Lo schermo – per dimensioni – ricorda quello del Tamagotchi, ma bastano le immagini di lancio per capire quanto l’esperienza di gioco possa risultare scomoda.

Leggi anche: Dai lanciafiamme a Mario Bros: un nuovo videogioco “ispirato” a De Luca

In tanti si stanno chiedendo se abbia davvero senso – e se ci sia spazio sul mercato – per una console così piccola (80mm×43mm×20mm) e così limitata nei giochi (4 preinstallati su ciascuno dei quattro colori, per un totale di 16 titoli). Sembra che a poterci giocare saranno, per ora, soltanto i gamers del Giappone, dove il Game Gear Micro sarà rilasciato in ottobre. Una delle note positive resta il prezzo, decisamente competitivo: non dovrebbe arrivare neanche a 50 euro, nel caso in cui SEGA decidesse di proporlo anche per il mercato europeo.

Leggi anche: Rivivere gli anni 80, almeno su console. Ecco DOUBLE DRAGON & Kunio-kun Retro Brawler Bundle

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter